mercoledì 17 febbraio 2010

Frate Gigiorso

La tavola è apparecchiata in modo spartano.
Fogli della Gazzetta dello Sport come tovaglia, carta igienica come tovagliolo.
Zia Calandra, vestita alla maniera delle zoccole, ha i capelli stravolti, una sigaretta che le pende dalle labbra, un padellone nella mano sinistra e una ramaiola nella mano destra:

"Massimì? Ne vuoi ancora?"

Lancio un'occhiata incredula al contenuto del padellone. La pesante gratinatura nasconde qualcosa di misterioso. Provo ad annusare e avverto solamente l'odore della cipolla.
La "gratinatura" è un metodo culinario che ha radici antichissime. Si narra che fu inventata da un cuoco un po' mago e un po' figliodiPù che si divertiva a fare giochi ilari al suo re.
Era un inganno, la gratinatura.
Il cuoco giocoso e figliodiputtoso aveva capito che sotto una crosta dorata, saporita e croccante ci si poteva nascondere di tutto....purchè mischiato con provolone piccante e dadini di salame.
Celebre è la sua ricetta della "Teglia Reale" i quali ingredienti furono svelati solo alla morte dell'autore, ritrovati in un manoscritto con tanto di appunti e reazioni dei commensali.
Gli ingredienti della "Teglia Reale" erano provolone piccante, dadini di salame, pan grattato, palline da ping-pong e listarelle di gomma vulcanizzata.
All'università di Cambridge, un'equipe di studiosi, sta tutt'ora studiando il manoscritto per cercare di capire come il suddetto cuoco facesse a reperire palline da ping-pong nel 1433:

"No, zia...stò a posto grazie"
"Senti giovanotto" attacca mio zio Denanzio dopo aver ottenuto l'attenzione con un rutto "c'è una persona che ti vuole conoscere..."
"Ah sì?" dico con nonscialans mentre bevo indifferente il quarto bicchiere di Moscato di Trani.
"Dice che potrebbe aiutarti con la tua malattia..."
"Malattia?" (quinto bicchiere)
"Il fatto che te ne stai a fare un cazzo davanti al computer, no?"
"Ah! Quella malattia? (riempio il sesto bicchiere) Ma no....è tutto sotto controllo (scolo il sesto bicchiere)"
"Dai retta a uno che c'è passato! Frate Gigiorso ha avuto la tua stessa malattia. Tanti anni fa. E' stato un preccursoro, lui"
"Un preccursoro?" (valuto l'idea di attarcarmi direttamente alla bottiglia)
"Si. Organizza dei corsi serali nella sala attigua alla Parrocchia. Ogni Venerdì sera"
"Ma il venerdì sera è la serata del..."
"E' la serata del corso di Frate Gigiorso" dice rimboccandosi le maniche della camicia e incominciando a scrocchiarsi le dita delle mani.

Il linguaggio del corpo è comprensibile a tutti.
Anche ai trentaseienni ubriachi di Moscato di Trani.
Sorrido.
Il vino è finito.
E anche io lo sono.

12 commenti:

Baol ha detto...

Anche per le listarelle di gomma vulcanizzata deve essere stato un bel problema, nel 1433...


;)

(grandissimo)

Maraptica ha detto...

Anche mio padre fu alunno di Frate Gigiorso, non è mai stato possibile sapere quali fossero i suoi metodi, ma il risultato...il risultato signori...non lascia nulla all'immaginazione. Il Moscato di Trani cala facile?

albafucens ha detto...

uhm.. palline da ping pong che sia stato anche lui un precccursoro..

.. scrocchiarsi le dita devo dire che è un metodo efficace, però a me la curiosità di cosa fai altrimenti il venerdì sera rimane.. club Papillon anche tu??

un caro saluto

Baol ha detto...

@ Maraptica: Il moscato di Trani è un bianco dolce fantastico ;)

@ albafucens: E secondo te i nostri eroi dove si sono conosciuti?! :D

berry write ha detto...

Baol:
Però non dirlo ai ricercatori dell'università di Cambridge
Maraptica:
Il Moscato di Trani si beve da solo
Alba:
ma che dici! Io il venerdì sera vendo i biscotti i cui proventi vanno alla LIFEiS
(Lega Italiana Familiari Emigrati in Svizzera)...ehm...il porco è Baol.
Baol2:
pronto per la fase 2? :)

Baol ha detto...

Infatti avrei una proposta per continuare

;)

Porco a chi?! Parla lui....tzè

berry write ha detto...

allora scatta la riunione: videochiamaaaaaaaaaamiiiiiiiiiii!!!

sgrunf, sgrunf

emily forlini ha detto...

carissimi imiei mascalzoncelli,
gurada che cosa scopro andando a spolverare gli scaffali (molto impolverati) del mio blog!!!!

@Baol: perdonami non ti ho mai risposto alla proposta di fare un pezzo a 4 mani, ma è stato un periodo di cambiamenti e incasinamenti vari. Formica si è più volte rifiutata di prendere carta e penna...


@Berry: ma tu lo sai che quando hai chiuso il blog mi è dispiaciuto un sacco??? e non me lo volevi comunicare che eri di nuovo in giro a inventare parole???

berry write ha detto...

uellà Emily!
benritrovata :)

Maraptica ha detto...

...azzi vostri mo -.-

Baol ha detto...

@ emily: La proposta rimane sempre valida, cara la mia formica scrittrice....

quanto a gli altri, arriverà presto il mio post...spero :D

regulus21 ha detto...

Mbriacone! :D