giovedì 4 marzo 2010

Celebrazioni

Ho ricevuto un invito dal Club Papillon, me lo ha portato stamattina il postino; guardavo la tv ed ho sentito il campanello suonare una volta, sono andato al citofono, “chi è?”, “il postino”, “ma non dovreste suonare due volte?”, “volevo fare una sorpresa”; il mio postino è una persona davvero simpatica. Una volta, era giugno, dovevo partire per una vacanza al mare ma non avevo costumi e ne ho comprati dieci da un sito di commercio elettronico, garantivano una consegna celere ed erano scontati, e lui, il postino, per farmi la sorpresa ha aspettato Natale per consegnarmeli. Davvero una persona simpatica. Ho divagato; guardavo la tv quando il postino mi ha recapitato l'invito, guardavo la scuola di cucina sul canale del Gambero Rosso. Non che voglia diventare un cuoco ma offre ottimi spunti per il mio lavoro di dialoghista di film porno; era la preparazione di un dolce, “prendete due uova e sbattetele forte, se potete montatele con una frusta”, stava venendo fuori un ottimo dialogo per un film sadomaso ed è arrivato il postino. Ho divagato tornando da una divagazione, sto peggiorando. L'invito è per venerdì, per festeggiare il ventennale del Club Papillon ed io che sono un loro grosso benefattore sono stato invitato a questa festa privata. Sono talmente benefattore che l'ultima volta che ci siamo visti, il padrone del locale ha indicato il nuovissimo bancone del bar e mi ha detto “grazie”; ha anche messo una targhetta sul primo palo con su scritto “Gentilmente donato da Mimmo”; Dakota la utilizza per slacciarsi il reggiseno ed ogni volta che lo fa mi gonfio d'orgoglio, almeno credo sia orgoglio. Tutti quei soldi infilati nella biancheria invece che nel materasso ed adesso non ho la possibilità di pagare la riparazione della mia ape e sono costretto a fare economia su tutto; compro le scatolette di tonno dal discount, quello dei pescherecci di terza categoria; in quelli di seconda, se pescano delfini, non si fanno scrupoli; in quelli di terza nemmeno se pescano un relitto, infatti sa di truciolato. Ma alla festa ci vado, sull'invito c'è scritto “consumazione obbligatoria”, vuoi vedere che esce una bella seratina?

8 commenti:

Absinto ha detto...

Eh si, sembra un ottimo locale per consumare obbligatoriamente.

sb.log ha detto...

nn ci avevo mai pensato a sta storia del bancone con targhetta..forte però i dialoghi porno..dovrò seguire di più i ricettari..

Maraptica ha detto...

Mi sa che c'abbiamo lo stesso postino... ;)

berry write ha detto...

Non mi dire che ti sei innamorato della Dakota!

albafucens ha detto...

^ __ ^ troppo forte quella sul postino e i dialoghi hard ispirati dalle ricette di cucina.

essere soci onorari è una gran bella cosa direi proprio che non puoi mancare

un abbraccio

Baol ha detto...

@ Absinto: Hai colto nel segno :D

@ sb.log: C'è tanto di quel mistero in giro ;)

@ Maraptica: Anche a te fa le sorprese di quel tipo? ;)

@ berry: Non sputtanarmi tu eh, che hai avuto l'invito solo perchè tua zia Calandra fa il servizio catering del Papillon con le parmigiane! :P

@ albafucens: Non ho nessuna intezione di mancare infatti :P

berry write ha detto...

Girano voci.
Voci su Dakota...
dicono che in realtà venga da Spoleto: tal Marco De Dietro...

p.s.
scusa la franchezza...
ma hai già controllato nel "sud" Dakota?

Baol ha detto...

@ berry: Smentisco categoricamente, è solo dietrologia!!!